Dal 1° Gennaio 2020, per la dichiarazione dei redditi 2021, sarà possibile effettuare la detrazione del 19% solo per le spese “tracciabili” e cioè pagate con carte di credito, bancomat, bonifici bancari o postali e assegni.

Le spese detraibili riguardano:

• visite specialistiche sanitarie private
• rate del mutuo per detrarre gli interessi
• intermediazione per l’acquisto della
prima casa
• spese veterinarie
• spese funebri
• spese scolastiche
– nido, scuola e università
– servizi di mensa, gite scolastiche,
pre e post-scuola, assicurazioni
scolastiche
– dispositivi per gli alunni con
difficoltà di apprendimento
documentate)
• affitto per studenti fuori sede, ecc.
• spese per l’attività sportiva dei ragazzi
tra i 5 e i 18 anni
• assicurazione (vita, infortuni, ecc.)
• assistenza per non autosufficienza
• erogazioni liberali
• l’abbonamento al trasporto pubblico
• affitto abitazione principale

scarica qui il volantino

due eccezioni

• medicinali e dispositivi medici (CE)
• le prestazioni sanitarie erogate da strutture pubbliche o strutture in convenzione con Sistema sanitario nazionale.

es. fattura pagata al medico specialista deve essere tracciabile, se intestata a ospedale pubblico o privato accreditato a SSN può essere in contati

ARCHIVIO NEWS

Con il provvedimento n. 68472/2024 l’Agenzia delle Entrate ha approvato il Modello 730/2024 da presentare entro il 30 settembre 2024 e le relative istruzioni. Come previsto dall’art. 2 del Decreto Legislativo 8 gennaio 2024, n. 1 sulla razionalizzazione e semplificazione delle norme in materia di adempimenti tributari, dal 2024 il Modello 730 è stato esteso a […]